Vietnam & Cambogia

Vietnam e Cambogia

15 Giorni
Guide locali parlanti italiano.
Da Roma con Malaysia Airlines e Thai Airways
L’Indocina è essenzialmente una zona di passaggio, permeabile alle più diverse influenze con un estremo frazionamento geografico e politico. Vi sono fioriti grandi regni senza che alcuno abbia mai potuto unificarli in contrapposizione agli immensi imperi del nord, soprattutto quello cinese che varie volte sottomise le popolazioni locali sospingendole sempre più a sud nell’esigenza di controllare le vie commerciali con l’India e l’occidente. E la fortuna dell’Indocina furono proprio le vie commerciali che procurando benessere ed una florida economia, consentirono lo sviluppo dei primi regni fin dal I secolo, come quello di Funan sul basso Mekong. Il nostro viaggio inizia in Vietnam, forse il più conosciuto dei Paesi indocinesi. La fine della lunga e contestata guerra vietnamita, nel 1975, ha portato alla fusione di due unità statali, che erano il simbolo di forze contrapposte, di due mondi dove la tradizione dei padri si scontra con le esigenze dei tempi nuovi. Il territorio è costituito da tre regioni: il Tonchino a nord, l’Annam al centro e la Cocincina che si stende tra gli altipiani centrali ed il mare. I Vietnamiti discendono anticamente da immigrati cinesi: ancora oggi conservano tratti somatici cinesi ai quali si mescolano quelli indiani e malesi. Anche l’abbigliamento tradizionale è di derivazione cinese con i pantaloni larghi alla base, tenuti stretti alla vita dalla fascia colorata, con la tunica nera lunga fino alle caviglie dei giorni festivi, con la gonna aderente aperta sul lato destro e soprattutto con il tipico cappello a cono che protegge dal sole e dalla pioggia. L’agricoltura è ancora l’attività produttiva più intensa ma si fanno strada anche attività tecnologiche nel campo della conservazione alimentare e delle comunicazioni. Il Paese è sempre stato un luogo d’incontro di religioni e filosofie diverse: induismo, confucianesimo, buddismo, taoismo e islamismo. Anche il caodaismo, religione eclettica che vuole fondere gli elementi di religioni diverse in un’unica dottrina, nasce qui, a testimoniare la tolleranza religiosa tipica degli abitanti. La stessa tolleranza ha permesso la convivenza di molte genti e la creazione di una società fra le più progredite dell’Asia. In questo itinerario visitiamo il Paese nella sua integrità, da nord a sud, percorrendo parte della bella costa. Oltre ad ammirare i bei monumenti, incontreremo le donne di Hue, belle ed eleganti, percepiremo fragranze odorose tutte particolari passeggiando lungo il fiume dei profumi, gusteremo le specialità vegetariane preparate dai monaci delle pagode ed estasiati contempleremo la baia di Halong. Il viaggio non è molto impegnativo, il paesaggio è sempre così bello che alcuni lunghi trasferimenti non pesano più di tanto. Ed infine la Cambogia con gli straordinari templi di Angkor, il centro principale del regno e dell’arte Khmer. Più di 100 templi ascendono verso l’alto insieme alla giungla che ha protetto il luogo per secoli. Ora, i templi di Angkor Vat, di Angkor Tom, del Bayon e una profusione di monumenti incredibili si mostrano nuovamente quali immensi altari al cielo secondo una concezione sicuramente di origine religiosa.

1° giorno, ITALIA/HANOI
Partenza per Hanoi, via Bangkok/Kuala Lumpur, con voli di linea. Notte in volo.

2° giorno, HANOI
Arrivo e trasferimento in hotel. Nel pomeriggio inizio della visita della capitale del Vietnam. Passeggiata a piedi ed in risciò nel quartiere francese e nelle vie caratteristiche delle corporazioni. I Vietnamiti dimostrano una forte propensione al commercio: dopo la liberalizzazione piccoli e grandi mercati sono fioriti dappertutto come in passato quando i venditori di prodotti alimentari e non, si riunivano per facilitare le attività di compravendita, secondo le diverse categorie di merci occupando specifici settori della città. Qui si trovano le tipiche antiche case con i tetti rossi di epoca e stile francese una addossata all’altra con le strade brulicanti di moto, motorini e biciclette. L’atmosfera è quella della vita di tutti i giorni: donne indaffarate nella preparazione di zuppe e piatti locali, uomini che sistemano le merci, gruppi di bambini che sorridono e giocano con semplici oggetti di uso quotidiano. Dopo una guerra davvero feroce che ha ucciso milioni di persone (59.0000 americani, 224.000 sud-vietnamiti, 1.000.000 nord-vietnamiti) e ferito oltre 4.000.000 di esse, dopo una cinematografia devastante, possiamo oggi rivisitare questo paese con il suo popolo colto e cordiale, con la sua natura esuberante e rigogliosa ed un patrimonio architettonico di grande rilievo. Il paese sta cambiando velocemente, aprendosi al liberalismo che favorirà sempre più l’apertura al mondo occidentale. In serata spettacolo tradizionale delle marionette sull’acqua. Cena in ristorante locale.
Pernottamento.

3° giorno, HANOI/SAPA
Prima colazione e continuazione delle visite della città con il Tempio delle Letteratura, il Mausoleo di Ho Chi Minh e la sua abitazione, la piazza Ba Dinh e la Pagoda su un solo pilastro. Seconda colazione in corso di visita. Dopo la cena trasferimento alla stazione ferroviaria e partenza con treno notturno per la regione montana del nord. Notte in treno in carrozze a 4 cuccette per scompartimento.

4° giorno, SAPA
Al mattino presto arrivo alla stazione di Lao Cai. Trasferimento a Sapa che dista circa 30 Km attraversando paesaggi spettacolari dove risiedono molte tribù di montagna. Molti villaggi mantengono le antiche usanze, in autonomia rispetto al governo centrale. Sapa è una ridente località creata dai Francesi proprio al confine con la Cina. Vi si trova una realtà particolare: una buona integrazione tra il modello di vita tribale e l’evoluzione occidentale: vi si trovano alcuni alberghi e tra questi lo splendido Victoria che consente un soggiorno confortevole e, parallelamente, un’esperienza così toccante della realtà locale da lasciare veramente sorpresi. Si fanno lunghe passeggiate tra i monti, passando dai villaggi Hmong Neri e Hmong dei Fiori, ai villaggi Yao, Giay, Han e altri. I paesaggi di montagna sono incredibili, molto verdi e coltivati a risaie. Le diverse tribù conducono una vita molto semplice, basata sulla coltura dei campi terrazzati, sulla pastorizia e sulle attività di mercato. Giornata di esplorazione con un leggerissimo trekking attraverso alcune valli per ammirare la vita delle minoranze etniche. Pensione completa.

5° giorno, SAPA /BAC HA/LAO CAI
Pensione completa. Giornata di escursione al villaggio di Bac Ha distante circa cento km per ammirare il suo bellissimo mercato domenicale, uno dei più colorati e vivi dell’intera regione e che richiama tutte le minoranze etniche delle valli vicine. Nel pomeriggio rientro a Sapa e trasferimento a Lao Cai per il rientro ad Hanoi con treno notturno. (in caso di impossibilità di effettuare l’estensione a Sapa includendo una domenica, in questo giorno si effettuerà la visita di altri villaggi contraddistinti da minoranze etniche)

6° giorno, HANOI/HALONG
Arrivo in primissima mattinata e partenza per la baia di Halong, una delle meraviglie naturali più suggestive del Vietnam, splendidamente affacciata sul golfo del Tonchino. Partenza per una navigazione. L’incredibile baia è costellata da un arcipelago di tremila isole di formazione carsica scolpite in modo bizzarro dalle acque e dai venti. Lo scenario naturale, tra i più suggestivi del mondo, colpisce per l’estrema bellezza, l’imponenza e l’eleganza delle immense formazioni distribuite a migliaia in un mare profondo e intenso, vivo e animato di gente che pesca e commercia direttamente dalle tipiche canoe. Seconda colazione a bordo a base di pesce. Navigando tra le rocce si prova nettamente la sensazione di potersi perdere e ritornano alla mente le immagini del film di Régis Wargnier “Indocina”. Il nome di Halong significa “dove il dragone discende al mare”: la leggenda infatti narra che il luogo fu creato da un mitico drago che discese dalle montagne per sbarrare la strada all’invasione cinese. Cena e pernottamento.

7° giorno, HALONG/HANOI/DANANG/ HOI AN
Prima colazione e trasferimento all’ aeroporto di Hanoi e partenza per Danang. Seconda colazione e visita del
museo Campa. Proseguimento per Hoi An. Cena in ristorante locale e pernottamento.

8° giorno, HOI AN
Prima colazione e visita della piccola città che conserva ben 844 case storiche e templi in un’atmosfera alquanto piacevole con i suoi quartieri che risalgono a un secolo e mezzo fa, quando svolgeva un importante ruolo negli scambi marittimi internazionali, prima che il primato in questo senso passasse a Da nang. Visita di una casa del 1800 appartenente alla famiglia del mercante Tan Ky e della casa al numero 77 di Tran Phu. Qui si può considerare quanto forte sia il culto per gli antenati che è quasi una pratica religiosa a sé stante. Esso si basa sulla credenza che l’anima, se opportunamente pregata e onorata, possa proteggere i propri familiari liberandoli da ogni nefandezza, aiutandoli nella vita di ogni giorno in una partecipazione che sembra abbattere la barriera della morte. Seconda colazione in ristorante locale e pomeriggio libero per godersi quella che è forse la cittadina più bella del Vietnam. Cena in ristorante locale e pernottamento.

9° giorno, HOI AN/HUE
Prima colazione e partenza per Hue, l’ultima capitale dell’impero vietnamita dove nacque il regno della dinastia Champa e dove sono evidenti i segni di un’arte preziosa, armonica che fa pensare per analogia all’arte giapponese. Visita di Hue ed in particolare della sua bellissima cittadella. Vi si trovano tombe, pagode ed i resti della cittadella che racchiude al suo interno entro mura lunghe 10 Km una città imperiale che venne
quasi interamente distrutta durante l’offensiva del Tet. Adagiata lungo le sponde del fiume dei Profumi, durante tutta la dinastia Nguyen (1802-1945), quando prese il nome di Hue, la città fu capitale del Vietnam meridionale fino a quando i Francesi la occuparono e ne condizionarono lo stile di vita fin dal 1885. La città fu anche teatro della battaglia forse più famosa della guerra del Vietnam: l’offensiva del Tet, sferrata nel 1968 dai nord-Vietnamiti contro gli Americani, nella quale persero la vita oltre 10.000 persone. Seconda colazione in corso di visita. Cena in ristorante locale e pernottamento.

10° giorno, HOI AN/HO CHI MINH (SAIGON)
Prima colazione, trasferimento all’aeroporto di Danang e volo per Saigon. Seconda colazione in ristorante locale. Pomeriggio dedicato alla visita di Ho Chi Minh, la capitale economica del Paese che al tempo del dominio francese si chiamava Saigon. In quel periodo si impose un vita tipicamente occidentale con l’apertura di case da gioco, ristoranti à la page e ritrovi sociali di vario genere. La città si distaccò dal resto del Paese diventando il simbolo un po’ equivoco dell’ammodernamento. Da qui la costituzione nel 1954 di due Paesi distinti a cavallo del 17° parallelo. La storia che seguì vide l’intervento degli Americani ed ebbe lo sviluppo che tutti conoscono. La città è oggi dinamica e vitale con i suoi abitanti dediti a mille attività: dalla preparazione di piatti locali succulenti alla vendita degli apparati elettronici più all’avanguardia. Gli abitanti sono i veri protagonisti di questo Paese con il loro carattere fiero, audace, intraprendente e con il senso pratico tipico dei cinesi e delle genti del sud. Cena in ristorante locale e pernottamento.

11° giorno, HO CHI MINH/MY THO/HO CHI MINH/SIEM REAP
Prima colazione e partenza per la visita dell’immenso e fertilissimo delta del Mekong giungendo alla località di My Tho. Il fiume, tra i più importanti del pianeta, nasce dal Tibet e con un percorso di circa 4500 Km attraversa la Cina, la Birmania, il Laos, la Cambogia giungendo infine al mare attraverso il Vietnam. Qui vivono molti vietnamiti operosi, dediti alla coltivazione intensiva di grano, riso, noci di cocco, canna da zucchero e frutta tropicale. Ed inoltre paludi di mangrovie ed una flora rigogliosa completano un quadro naturalistico di indubbio interesse. Giornata dedicata alle esplorazioni nel delta e alla visita dei villaggi galleggianti. Seconda colazione e nel pomeriggio trasferimento all’aeroporto di Saigon e volo per Siem Reap. Arrivo e trasferimento in hotel. Cena e pernottamento.

12° giorno, SIEM REAP (ANGKOR WAT)
Pensione completa.
Intero giorno dedicati al completamento delle visite dei templi iniziando da Angkor Tom, ultima capitale fortificata del regno Khmer. I resti si estendono su 10 Kmq con il Bayon, un enorme tempio buddista adornato da una profusione di bassorilievi. Ed ancora visita dell’Angkor Vat, il tempio più bello e più celebre con la sua superficie di 1.950.000 mq ed il muro interno di 1025 metri per 800: certamente il tempio più grande del mondo. Davanti ai nostri occhi tutta la plasticità, l’eleganza, la spiritualità estrema dell’arte Khmer nel suo momento più eccelso. L’infaticabile attività costruttiva del re Yayavarman VII diede origine al Ta Prohm, eretto nel 1186. Chiuso da una cinta esterna lunga un chilometro e larga 600 metri con porte d’accesso dominate da torri con i volti del Buddha, più che un tempio è un insieme di gallerie, di sale, di cappelle a costituire un immenso monastero buddista.
Alcuni documenti attestano che nel tempio soggiornavano 79.000 persone che traevano sostentamento dal possesso di 3.100 villaggi che il sovrano aveva dedicato al tempio stesso.
Il Ta Prohm è l’unico tempio della zona visitabile che è stato lasciato così come apparve ai primi esploratori francesi del 19° secolo, con i monumenti imponenti coperti dalle radici gigantesche di alberi secolari. Ed ancora il Ta Keo raffigurante un colossale mandala tridimensionale e molti altri templi induisti e buddisti, pagode, vasche, piazze e terrazze i cui nomi assumeranno importanza solo dopo averli visitati.

13° giorno, SIEM REAP/PHNOM PENH
Prima colazione e continuazione delle visite. Dopo la seconda colazione trasferimento in aeroporto e partenza per Phnom Penh. Arrivo dopo circa 50 minuti di volo e trasferimento in hotel. Cena e pernottamento.

14° giorno, PHNOM PENH/ITALIA
Prima colazione e mattino dedicato alle visita della capitale della Cambogia, situata alla confluenza tra i fiumi Mekong, Tonlesap e Bassac a circa 280 Km dal mare. Seconda colazione ed in tempo utile trasferimento in aeroporto e partenza per l’Italia con voli di linea via Kuala Lumpur/Bangkok.

15° giorno, ITALIA
Arrivo previsto nelle prime ore del mattino.

Hotel previsti o di stessa categoria superior
Hanoi, Gouman, Sunway
Sapa, Victoria
Halong, Halong Pearl
Hue, Century, Huong Giang
Hoi An, Hoi an Beach Resort, Hoi An River Beach Resort
Ho Chi Minh, Rex, Omni Hotel
Siem Reap, Apsara Holiday
Phnom Penh, Sunway, Cambodiana

**BASE MINIMO 10 PARTECIPANTI**

Quota per persona in doppia € 2930,00
Supplemento per camera singola € 400,00
Visto di ingresso in Vietnam, ottenuto localmente (circa 25 USD)
Visto di ingresso in Cambogia, ottenuto localmente (circa 20 USD)
Cambi applicati: 1 USD= 0,63 €
(Eventuali adeguamenti entro 20 giorni dalla partenza.)
La quota base comprende
Voli internazionali dall’Italia in classe economica, i voli interni da programma, le visite e le escursioni con
guide locali parlanti italiano, sistemazione negli hotels menzionati, la pensione completa con esclusione dei
pasti non menzionati ed in transito internazionale, assicurazione inter-assistance, mance
La quota base non comprende
Le tasse aeroportuali locali in uscita da ogni paese (circa USD 25 in totale), i pasti non menzionati, le
bevande, le spese personali, quanto altro non previsto nel programma.
PER INFO CONTATTARCI VIA MAIL (cristiano.colantoni@climatour.com) o telefonicamente (06/70454281)

Torna indietro